UNA LAPIDE MARMOREA IN RICORDO DEL BEATO PADRE PIO
DAI DEVOTI DI IERI, DI OGGI E DI DOMANI

Padre Sebastiano Pepe, parroco della chiesa dei SS. Cosma e Damiano  di Napoli, alle ore 12 di Martedý 2 Maggio 2000, con i " gruppi di preghiera Padre Pio" ed una accorsa folla di devoti, ha benedetto con una toccante cerimonia religiosa una epigrafata lapide marmorea con l'immagine scultorea in bronzo fuso di Padre Pio, collocata sull'edificio del civico 30 di via SS. Cosma e Damiano fuori porta Nolana del quartiere Mercato in Napoli, in sostituzione di una giÓ esistente "targa" apposta il 2 maggio dello scorso anno dagli artefici devoti Gennaro Di Caprio e Angelo Capasso , -detta targa rimossa Ŕ stata posta all'interno del sopracitato stabile-.

L'attuale lapide Ŕ stata fortemente voluta dal devota Enrico Flauto a seguito di una promessa espressa dallo stesso alla cerimonia della affissione della "prima targa" in quanto anch'egli abitante dello stesso edificio in cui trov˛ alloggio Padre Pio da Pietrelcina, durante il suo soggiorno  dal 16 al 20 dicembre del 1916, quale ospite di una sua concittadina, tale Carolina Montanile. In quell'occasione Padre Pio f¨ costretto dalle AutoritÓ militare napoletane a chiarire la sua posizione di soldato convalescente e riprendere il servizio militare quando giÓ era Sacerdote dei Frati Minori Cappuccini.

Durante la celebrazione dello scoprimento della lapide, la cerimonia Ŕ stata allietata da canti e musica attraverso un CD del trio musicale "I MUSICATEATRO" con versi e musica del M░ Ciro Pennino, in onore alla Beata figura di questo amato frate delle Stimmate.

Hanno preso parte a questo religioso avvenimento alcune personalitÓ civili e religiose ed, inoltre, l'Associazione  Informazione Giovani Europa, l'Ass. Culturale Intervi¨, l'ass. Culturale Napoli Ŕ, il Movimento Cristiano Lavoratori, rappresentate rispettivamente da Luigi Rispoli, Giancarlo Garzoni, Giuseppe Desideri, Giuseppe Cassano.

I numerosi partecipanti Hanno salutato l'avvenimento con scroscianti applausi e preghiere, indirizzate al Beato Padre Pio e, alla lettura dell'epigrafe marmorea cosý dicente: NEL PRIMO ANNIVERSARIO DELLA BEATIFICAZIONE DI PADRE PIO DA PIETRELCINA, I DEVOTI RICORDANO IL SUO SOGGIORNO IN QUESTO STABILE DAL 16 AL 20 DICEMBRE DEL 1916.

NAPOLI 2 MAGGIO 2000                        ANNO GIUBILARE

Alla fine della cerimonia Ŕ intervenuto Padre Lorenzo Pizza dei Frati Cappuccini di S. Eframo Vecchio sito in Napoli alla via Cupa Macedonia, soffermandosi con un breve e sintetico profilo storico-religioso del Beato Padre Pio, benedicendo tutti gli intervenuti con l'intercessione di questa grande figura di SantitÓ contemporanea del 3░ Millennio.

Qui appresso si riporta l'articolo pubblicato sul periodico "VOCE DI PADRE PIO" n░ 9 del settembre '99, in occasione dell'affissione della "prima targa" del 2 maggio 1999, grazie alle indicazioni storiche apprese dal libro "Padre Pio Soldato", pubblicato dal caporedattore Gennaro Preziuso del sopracitato periodico del Convento Cappuccini "S.MARIA DELLE GRAZIE" di San Giovanni Rotondo -Foggia-

Bruno Carrano

UNA TARGA RICORDO DAVANTI ALLO STABILE IN CUI ALLOGGIO'
IL BEATO PADRE PIO

Il Beato Padre Pio da Pietrelcina, il 16 Dicembre 1916, dopo un periodo di convalescenza, ritorn˛ a Napoli per riprendere il servizio militare. In attesa di essere sottoposto a visita medica, scrisse al superiore del convento di San Giovanni Rotondo, padre Paolino da Casacalenda , e diede come recapito il seguente indirizzo: "presso Montanile Carolina - via SS. Cosma e Damiano, n░ 30 - Napoli" (cf. Epist.IV, p.193).

Nel capoluogo partenopeo vi sono via S. Cosma fuori Porta Nolana e la Calata SS. Cosma e Damiano.

Padre Pio probabilmente fu ospite della casa sita in via S. Cosma fuori Porta Nolana, strada che inizia con il civico n░ 30, a cinquanta metri dalla chiesa "dedicata ai Santi Cosma e Damiano", e che nel 1916 si chiamava solo "via SS. Cosma e Damiano".

Davanti a questa abitazione, per iniziativa dei signori Gennaro Di Caprio e Angelo Capasso, devotissimi del venerato Padre Pio, il 30 aprile 1999 Ŕ stata apposta una targa ricordo, benedetta dal parroco don Sebastiano Pepe nel corso di una toccante cerimonia. Erano presenti Padre Lorenzo Pizza, guida spirituale del Gruppo di preghiera che vive ed opera nella chiesa dei Santi Cosma e Damiano, Enrico Flauto, Consigliere Provinciale, Carmine Raspaolo, Consigliere della Circoscrizione Mercato-Pendino e numerosi fedeli della zona.

 

pio01.jpg (53339 byte) pio02.jpg (58542 byte) pio07.jpg (60532 byte) pio04.jpg (58161 byte)
pio06.jpg (54773 byte) pio05.jpg (55915 byte) pio08.jpg (56602 byte) pio03.jpg (53583 byte)
pio09.jpg (52617 byte) pio10.jpg (54237 byte) pio11.jpg (59650 byte) pio12.jpg (29433 byte)
pio13.jpg (12392 byte) pio15.jpg (45597 byte) pio16.jpg (60775 byte) pio14.jpg (60578 byte)

Copyright (c) 2000 [Intervi¨]. Tutti i diritti riservati.