SEPARATI IN CASA
a Piazza S. Domenico Maggiore

Al Caffè letterario Guida/Scaturchio, alle ore 19 del 30/6/99 l’associazione Alfredo Guida amici del libro, ha organizzato un incontro con lo scrittore satirico/umorista Riccardo Pazzaglia, autore del libro romanzo "SEPARATI IN CASA".

Come al solito, il napoletano Pazzaglia durante la presentazione di questo suo ultimo lavoro letterale, ha destato un divertito interesse nei convenuti, con la sua eccezionale "verve" ha spiegato le ragioni che lo hanno indotto a scrivere questo attualissimo romanzo, dove si raccontano le molteplici peripezie delle coppie "scoppiate", e altri "fatterelli" che completano con coloriti aneddoti umoristici le 185 pagine del libro, suddiviso in quattro appropriati capitoli: La famiglia artificiale; Fidanzati in casa; Le foglie morte; Separati in casa.

Durante la presentazione del libro, l’autore è stato supportato da una colta e bella Signora di Caserta, la quale ha sciorinato con un preciso linguaggio la sua dotta opinione, sul contenuto di detto romanzo, affermando la coerenza dell’autore con la difficile realtà sociale del rapporto di coppia, vista con una lente umoristica.

Riccardo Pazzaglia, non è solo scrittore, ma anche giornalista, attore, scenografo, regista ed ex scugnizzo del Rione Sanità con altre piacevole sorprese da aggiungere in "avvenire" al suo vasto curriculum.

Tra il numeroso ed interessato pubblico, si è notata la presenza della brava ex cantante napoletana Gloria Cristian, del consigliere della Provincia di Napoli Enrico Flauto, e di tanti altri del mondo culturale partenopeo.

Bruno Carrano


<<VOI VOLETE CHIEDERE LA SEPARAZIONE PER COLPA O LA SEPARAZIONE CONSENSUALE>>. CAROLINA SCOSSE LA TESTA SCONSOLATA. <<NO, NOI PER ADESSO NON VOGLIAMO CHIEDERE NIENTE PERCHE' A STENTO A STENTO, CON QUELLO CHE GUADAGNA MIO MARITO, RIUSCIAMO AD ANDARE AVANTI DIGNITOSAMENTE. POI,VEDREMO. SE LA SITUAZIONE ECONOMICA DOVESSE MIGLIORARE... PERCHE', COME VOI BEN SAPETE, QUANDO CI SONO I SOLDI C'E' TUTTO. UNO STA IN UNA CASA, L'ALTRA STA IN UN'ALTRA CASA E TANTI SALUTI. NOI QUESTO NON LO POSSIAMO FARE. ALLORA ABBIAMO DETTO: ANDIAMO DAGLI AVVOCATI E CERCHIAMO DI STABILIRE DELLE REGOLE PROVVISORIE DI CONVIVENZA, IN ATTESA DI TROVARE POI UNA SOLUZIONE DEFINITIVA>>. RIMASERO IN SILENZIO A GUARDARSI. POI L'AVVOCATESSA INDICO' LA FETTUCCIA BIANCA E ROSSA. <<VOI E VOSTRO MARITO SIETE NELLE MIE STESSE CONDIZIONI. SIETE "SEPARATI IN CASA". UNA SITUAZIONE IN CUI SI TROVANO MILIONI DI ITALIANI. MA ANCHE IN ASIA, NELLE DUE AMERICHE, NEI PAESI DEL TERZO MONDO. LA PRIMA COSA DA FARE, PER SALVARE LA PACE, E' DIVIDERE IL TERRITORIO>>.

pazzaglia1.jpg (19061 byte)
pazzaglia2.jpg (14197 byte)
pazzaglia3.jpg (14309 byte)
pazzaglia4.jpg (11355 byte)

Copyright (c) 1999 [Interviù]. Tutti i diritti riservati.