A NAPOLI FORUM NAZIONALE DEI
LIONS DEL DISTRETTO 108 YA
sabato 16 domenica 17 marzo 2002

In occasione del 50° anniversario dei Lions Club di Napoli Host, è stato organizzato un Forum Nazionale, con il patrocinio del Direttore Internazionale dell’Associazione Architetto Antonio M. Perrot e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Campania, del Comune e della Provincia di Napoli.

Il programma dei lavori è stato svolto in due giornate di studi, confrontandosi con leggi e proposte su come debellare o almeno diminuire quei "guasti", che condizionano lo sviluppo di una "sana" Società civile.

Al Forum oltre agli associati hanno preso parte il Sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino ed alcuni rappresentanti delle Istituzioni, tra questi il Vice Ministro del Lavoro ed Affari sociali On. Pasquale Viespoli, l’On. Marcello Tagliatatela, il Presidente dell’Amministrazione della Provincia di Napoli Prof. Amato Lamberti , il Presidente Tribunale dei minori di Napoli Dr. Stefano Trapani, e tanti altri Illustri relatori, che con i loro interventi hanno contribuito ad arricchire lo spessore del Forum.

Il primo "confronto" si è avuto Sabato, nella struttura del Centro Congressi della Stazione Marittima, sul tema "Il disagio giovanile nella società e nella famiglia: i Lions per il recupero dei valori come speranza nel futuro". Gli interventi sono stati condotti e moderati dall’ avv. Maurizio de Tilla, le riflessioni e presentazioni del documento finale delle analisi, progetto e azione, scaturite dal dibattito di questa prima giornata sono state illustrate dal Governatore Distrettuale Prof. Avv. Giuseppe Iannello, all’Architetto Antonio M. Perrot invece la relazione conclusiva dei lavori.

La seconda giornata ha riunito relatori e convenuti nella sala Italia del Castel dell’Ovo, ospitando l’Assemblea Nazionale dell’AILD (Associazione Italiana Lions per il Diabete), ove tra l’altro hanno preso la parola eminenti personalità del mondo della Medicina, confrontandosi e informando l’uditorio sullo stato dei progressi raggiunti dalla ricerca per la cura e la prevenzione del diabete.

La cerimonia di apertura dei lavori di questa interessante "due giorni" - avvenuta alle ore 10 di Sabato - è stata preceduta dall’inaugurazione di una lapide marmorea - posta nell’antiscalone destro della Stazione Marittima- in memoria di un giovane marinaio Italiano fucilato dai nazisti durante i moti delle 4 giornate di Napoli, il 12 settembre del 1943. L’epigrafata lapide è stata composta da versi in vernacolo napoletano dall’autore Prof. Aldo De Gioia. Inoltre hanno partecipato alla funzione il Colonnello Carmine Bennato - Comandante del Quartiere generale delle Forze Alleate Sud Europa di Bagnoli, il Sindaco di Napoli, e tutti i convenuti del "forum nazionale".

Per chi è interessato a saperne di più su questa due giorni di studi, si consiglia di cliccare il sito www.lions108ya.it

Bruno Carrano

Quando, all'inizio del mio governatorato, proposi ai Lions del nostro impareggiabile Distretto il Tema distrettuale, ebbi a dire che non può esservi futuro per la nostra società se non ci adoperiamo per rimuovere le cause del "mal di vivere", ed essenzialmente quelle relative al malessere dei giovani, che spesso sfocia in manifestazioni esasperate, capaci di sconvolgere i rapporti familiari, di gruppo e sociali.

Se è vero, e lo è, che noi Lions dobbiamo dedicare i nostri sforzi al bene della comunità, risulta ancor più impellente procedere ad un'accurata analisi (lei disagio giovanile nella società e nella famiglia per individuare le strategie più idonee ad una concreta riduzione di tale fenomeno: troppo facilmente si tende a puntare il dito accusatore contro il cambiamento dei tempi, con un nostalgico quanto sterile rimpianto per i nostri anni giovanili, e non si cerca di ascoltare le richieste silenziose di aiuto di tanti ragazzi in difficoltà , aiutandoli a recuperare quei valori che costituiscono la più importante, se non l'unica, garanzia per la speranza nel futuro di qualsiasi nucleo sociale. F questo lo spirito al quale ho voluto fosse improntato il Forum di Napoli, momento di significativo confronto fra i Lions ed i massimi esponenti delle Istituzioni e del mondo giuridico, scientifico e socio - plico - pedagogico.

La felice coincidenza, poi, dell'annuale Assemblea e Tavola Rotonda dell'AlLD, organizzata al Castel dell'Ovo, trasforma questa "due giorni del lionismo" in un significativo omaggio ai cinquant'anni della nostra Associazione a Napoli, città meravigliosa che ci attende tutti con l'amicizia ed il calore dei suoi Lions: a presto, amici, con un fraterno abbraccio!

Pino lannello

Nella nobilissima Partenope il Distretto 108YA, nel Forum, affronta il tema sul disagio giovanile.

Tutti i Lions (lei Distretto 108 YA fortemente sostengono, in quanto espressione del codice etico a cui si riferiscono, la disponibilità ad affrontare un argomento così vasto ed importante per il presente ed il futuro della società. Certamente la professionalità e la qualità (lei relatori e dei partecipanti offriranno alla collettività garanzie ed opportunità che individueranno possibili e rassicuranti traguardi.

Etica del fare, quindi, nelle nostre azioni, continuità operativa, fluidità e professionalità negli interventi si proporranno come espressione di un costante desiderio di possibile indirizzo offerto come intelligente mediazione tra la progettualità dell'azione istituzionale e la concretezza della operatività della forza economica.

Purtroppo un atto di generosità se saltuario pacifica per poco le coscienze e ci fa ritornare subito nel vagone piombato della grigia impotenza che inibisce ed avvilisce. Il nostro obiettivo é quello di indicare strade percorribili ai nostri figli ed ai nostri giovani, cercando di aiutarli soprattutto quando un cannibalismo fisico e morale caratterizza gli anni che ci sono dati da vivere.

Analizzare e discutere, dunque, i modi e gli strumenti con i quali si trasmette un comportamento etico, diventerà sempre più necessario. Non solo!

Questi snodi e questi strumenti dovranno essere capillarmente diffusi perché l'associazione possa esprimere, in forma compiuta, il carico di una responsabilità vissuta con intelligenza e disponibilità e, di converso, acquisire la legittimazione sociale che giustifica il suo pensoso operato.

Un saluto, infine, indirizzo ai nostri ospiti AILD che, attraverso il grande Presidente Villani, in prosieguo, testimonieranno l'impegno dei Lions Italiani per il Diabete. Un grazie, infine, ai Lions, al governatore Pino Iannello, ai partecipanti tutti all'organizzazione armonizzata dal PD.G. Sandra Campa Giacon.

Antonio M. Perrot

"O Marenaro"
Aldo De Gioia
5.483 KB

 


Copyright (c) 2002 [Interviù]. Tutti i diritti riservati.
Web Master: G.C.G.