concert1.jpg (9238 byte)CONCERTO DELL'EPIFANIA
TEATRINO DI CORTE DEL PALAZZO REALE
Napoli, martedì 5 gennaio 1999 - ore 20.45

In collaborazione con
REGIONE CAMPANIA
COMUNE DI NAPOLI
Con il Patrocinio di
ACCADEMIA DEL MEDITERRANEO
FONDAZIONE LABORATORIO MEDITERRANEO
CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA


Per il quarto anno consecutivo il tradizionale CONCERTO DELL'EPIFANIA, suggellerà a Napoli, o meglio da Napoli, la conclusione delle festività natalizie rilanciando il consueto messaggio di  pace e di festa, utilizzando ancora una volta la Musica quale strumento per superare qualunque barriera di razza, cultura e religione nel segno di una fratellanza davvero universale. L'evento - che nasce dalla ferma volontà dei FRATI MINORI DI NAPOLI, attraverso il loro CENTRO FRANCESCANO DI CULTURA "0L TRE IL CHI0STRO" presieduto da Padre Giuseppe Reale - sarà realizzato quest'anno in collaborazione con:
-) RAI UNO FICTION
-) Assessorato al Turismo e Spettacolo della REGIONE CAMPANIA
-) COMUNE DI NAPOLI - Assessorato ai Tempi della Città
ed avrà il patrocinio del Servizio Nazionale della C.E.I. per il Progetto Culturale.

Le precedenti edizioni, come ricorderete, hanno avuto come cornice lo splendido scenario della Basilica di Santa Chiara. Quest'anno, invece, sarà un luogo "laico" ad ospitare il Concerto: il Teatrino di Corte del Palazzo Reale di Napoli.
Nel corso della serata saranno consegnati due ambiti riconoscimenti: il Premio Mediterraneo di Cultura, che quest'anno sarà assegnato a Re Hussein di Giordania, ed il Premio Mediterraneo di Pace assegnato al Ministro degli Affari Esteri Lamberto Dini.

Il Concerto, ripreso da RAI UNO, sarà trasmesso la mattina del 6 gennaio (ore 9,40) ed irradiato in MONDOVISIONE sia su Rai International (ore 16,30) che sul canale satellitare della C.E.I. SAT 2000 (ore 21,30), per avvalorare lo spirito di internazionalità in cui l'iniziativa intende crescere.
Eclettico e di assoluto prestigio il cast di quest'anno, ha ancora una volta la sapiente direzione artistica di Franz Coriasco e la produzione della MELOS ART.

Come tradizione anche quest'anno il cast darà vita ad un continuo interscambio tra il mondo della musica classica, lirica, pop, jazz e canzone d'autore.
Come da tradizione, il programma sarà aperto dall'immancabile sigla "Munasterio 'e Santa Chiara".
Questa scaletta così "ecumenica" sarà impreziosita tra gli altri dal soprano Raina Kabaiwanska, dal cantautore canadese Bruce Cockburn, da Lina Sastri e Remo Girone, dal pianista Giorgio Gaslini, dal violinista Giovanni Angeleri, dagli Avion Travel, da Nello Daniele e da altri musicisti partenopei. Immancabili come ogni anno l'Orchestra ed il Coro della Basilica di Santa Chiara, diretti dal maestro Renato Serio.

La serata avrà come conduttori Fabrizio Gatta ed Annalisa Manduca. Dato lo spazio ristretto del Teatrino di Corte del Palazzo Reale di Napoli, sarà installato nel cortile uno schermo gigante che darà a molti napoletani la possibilità di assistere al Concerto e di incontrare gli artisti nello speciale spazio-interviste allestito da Radio Kiss Kiss.

Dott.ssa Anna Grande
Ufficio Stampa


Il viaggio dei Magi verso Betlemme, simbolo della ricerca interiore dell'animo umano, del desiderio di oltrepassare le differenze in nome dell'amore e della fratellanza fra i Popoli, viene rievocato nei nostri cuori dalle dolci note di una musica universale, una musica capace di unire gli animi di ognuno di noi, di ogni cultura e di ogni credo.

Questa melodia che ci dona pace e serenità, quest'anno non riecheggia più fra le mura della Basilica di S.Chiara, posto a noi così caro.

Come i Magi andarono a diffondere la lieta novella fra i Popoli, noi oggi sentiamo il bisogno di scavalcare le mura dei conventi e delle Chiese, per aprirci alla gente. Ed ecco un’altra Napoli fare da sfondo ad un evento divenuto così importante: è la Napoli laica, la Napoli dei re e dei loro palazzi, ma altrettanto ricca di valenze storiche.

Allora eccoci qui, in questo "Teatrino" che rivive per un giorno l'atmosfera incantata di un tempo. Lasciamo, dunque, che le note universali della musica infondano negli animi di tutti noi l'amore, la pace e la serenità, accompagnandoci così alla fine di questo millennio, verso il Giubileo del 2000.

 P. Elia Palmieri
Ministro Provinciale dei Frati Minori
di Napoli e Caserta


Il ritrovarsi qui riuniti in questa fine di secolo. segnato da eventi così significativi, ultimo fra tutti l'acuirsi delle tensioni nell'area del Mediterraneo, assume un valore estremamente importante.

Il Concerto dell'Epifania voluto dal Centro Francescano di Cultura Oltre il Chiostro e sostenuto dalla Regione Campania, giunge alla sua quarta edizione con una veste rinnovata.

L’apertura del Teatrino di Corte a questo evento sottolinea la volontà di continuare quel processo di rivisitazione e riscoperta del patrimonio storico culturale di cui Napoli è ricca.

Quale luogo più adatto di questo suggestivo teatro, che ha visto susseguirsi diverse dinastie di regnanti, per assegnare a Sua Maestà Re Hussein di Giordania il Premio "Mediterraneo di Cultura". I suoi 46 anni di regno spesi in nome di una pace durevole e per affermare la comprensione e il rispetto reciproco fra i popoli della Giordania e del Medio Oriente, sono la testimonianza della grande forza che anima quest'uomo.

Sarà assegnato anche il Premio "Mediterraneo di Pace 1999" al Ministro Lamberto Dini.

Forti dell'esempio di questi uomini, l'augurio per questa fine di millennio è che la pace, il dialogo e la cooperazione finalmente regnino fra i popoli.

On. Francesco D'Ercole
Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo
della Regione Campania


Lanciare messaggi di pace e fratellanza attraverso la musica. Scuotere le coscienze per far sì che i valori fondamentali dell'esistenza umana non vengano mai dimenticati o calpestati.

È questo lo spirito con cui l'Amministrazione Comunale ha voluto affiancare il Centro Francescano di Cultura Oltre il Chiostro per rinnovare il tradizionale Concerto dell'Epifania, trovando nel Teatrino di Corte di Palazzo Reale uno scenario rappresentativo di grandissima suggestione.

L'evento vuole essere un augurio di serenità e di gioia che Napoli, città cosmopolita e solidale, rivolge per il ‘99 ai popoli del Mediterraneo e a coloro che hanno a cuore le sorti dell'umanità e dunque agiscono per il suo bene. Un augurio risoluto, energico, che rafforzi le speranze i desideri e le convinzioni di ciascuno e le aiuti a trasformarsi in impegni concreti a favore di tutti.

Talvolta non c'è mezzo più efficace di una melodia o di un canto per entrare nella dimensione dell'armonia e del benessere spirituale. Spazio allora, alle note, ai suoni. alle voci. Per ritrovarci. Per sentirci più vicini ed uniti. Per scoprire come ha scritto Paulo Coelho, che la stella più lontana dell'universo si manifesta nelle cose che stanno intorno a noi.

Dott.ssa Giulia Parente
Assessore ai Tempi della Città
Sport e Turismo
del Comune di Napoli


Il Premio Mediterraneo, istituito dalla Fondazione Laboratorio Mediterraneo, vede da quest'anno la collaborazione e l'alto patrocinio dell'Accademia del Mediterraneo.
Questa Istituzione, costituitasi a Napoli il 10 ottobre 1998, per rappresentatività e legittimità, rappresenta la massima espressione culturale e scientifica in ambito euro-mediterraneo: ad essa hanno aderito 63 Accademie Nazionali e Regionali e 168 Università rappresentanti 36 Paesi euromediterranei, l92 membri cooptati, tra i quali premi Nobel e personalità della cultura, della scienza e dell'economia.

L'Accademia del Mediterraneo ha una dote importante: quella conferitale da tutte le prestigiose Istituzioni ad essa aderenti che, in massima parte, hanno una storia secolare.
La Sede dell'Accademia del Mediterraneo, e con essa quella delle molteplici attività previste - tra le quali il Premio Mediterraneo, che in questa edizione è stato attribuito a S.M. Re Hussein bin Talal del Regno Hascemita di Giordania ed al Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Italiana Lamberto Dini - dovrà essere situata in un Paese euromediterraneo. E' comune auspicio dei rappresentanti delle varie Istituzioni aderenti all'Accademia, che tale Sede possa essere in Italia, in particolare in una Città come Napoli.

La presenza dell'Accademia del Mediterraneo in questa città rappresenterebbe non solo l'acquisizione di un centro di prestigio e di relazioni euromediterranee in ambito culturale, scientifico ed economico, ma anche la creazione di nuove opportunità di lavoro e l'occasione di nuovi sviluppi legati alle molteplici attività culturali dell'Accademia.

E' questo l'auspicio della Fondazione Laboratorio Mediterraneo e del Centro Francescano di Cultura Oltre il Chiostro: coagulando le attività di prestigiosi Istituzioni napoletane con quelle dell'Accademia, è possibile restituire alla città di Napoli ed alla Regione Campania quel ruolo che la storia e la geografia Le hanno assegnato: essere il Centro del Mediterraneo. Per conoscersi, comunicare, cooperare e per dare coerenza, continuità e consequenzialità alle azioni intraprese.

 Arch. Michele Capasso
Presidente della Fondazione Laboratorio Mediterraneo
Direttore generale dell'Accademia del Mediterraneo


PROGRAMMA

concert2.jpg (13032 byte)NELLO DANIELE
con Orchestra e Coro della Basilica di S.Chiara
Munasterio 'e Santa Chiara
Arrangiamento Ernesto Vitolo
Direzione M° Renato Serio

RAINA KABAIVANSKA
con Orchestra della Basilica di S.Chiara
AveMaria di Giuseppe Verdi
Direzione M° Renato Serio

GIOVANNI ANGELERI e PAOLO VERGARI
Preludio e Allegro di F. Kriesler

concert3.jpg (13880 byte)LINA SASTRI
Quanno nascette ninno
Chitarra Maurizio Pica
Mandolino Carlo Del Monte

Consegna dei Premi
Mediterraneo di Pace 1999 e
Mediterraneo di Cultura 1999

REMO GIRONE
con Orchestra della Basilica di S.Chiara
Preghiera a San Francesco di Sua Santità Giovanni Paolo II
sull'Adagio Op. 11 di S.Barber
Direzione M° Pierfrancesco Borrelli 

concert4.jpg (9907 byte)GIANNI COSCIA
con Orchestra della Basilica di S.Chiara
Ave Maria di A. Piazzolla
Arrangiamento José Bragato
Direzione M° Pierfrancesco Borrelli 

OSWALDO PADERNI e ARMANDO KRIEGER, MARILA ZINGARELLI
con Orchestra della Basilica di S.Chiara
Fratello Sole Sorella Luna
Direzione Maria Gabriella Marino

concert7.jpg (9091 byte)BRUCE COCKBURN
Lord of the Starfìeld

GIORGIO GASLINI e LUCIA MINETTI
Old Sally wants to Jump - Fellini Song

 AVION TRAVEL
Un'altra vita

ORCHESTRA DELLA BASILICA DI S. CHIARA
Pizzicato - Polka
di Johannes Strauss Il e di Josef Strauss I
Direzione M° Pierfrancesco Borrelli 

concert6.jpg (9032 byte)GIOVANNI ANGELERI
Capriccio di N. Pganini

BRUCE COCKBURN
God rest ye marry gentlemen 

RAINA KABAIVANSKA
Vissi d'arte
da La Tosca di G. Puccini
Pianoforte PaoloVergari

concert5.jpg (10155 byte)LUCIA MINETTI e GIORGIO GASLINI
I Loves You Porgy di G.& I. Gershwin

GIORGIO GASLINI
The Black and Crazy Blues di R. Kirk

CRYSTAL WHITE e All STARS
con Orchestra della Basilica di S.Chiara
Amen
Arrangiamento Renato Serio
Direzione Renato Serio

Orchestra della Basilica di Santa Chiara
Direttore Renato Serio

Coro della Basilica di Santa Chiara
Maestro Concertatore Maria Gabriella Marino

PRESENTANO
Annalisa Manduca - Fabrizio Gatta


Copyright (c) 1999 [Interviù]. Tutti i diritti riservati.