Riccardo Dalisi
Sculture a Rua Catalana

Il progetto di rivitalizzazione di Rua Catalana viene seguito dall'Assessorato alla Normalità con grande interesse, perchè sceglie coraggiosamente di intervenire in un'area del centro storico finora considerata non di grande pregio, utilizzando l'artigianato artistico come elemento di arredo e lavorando a un nuovo rapporto fra progettista e artigiano e fra cultura artistica e artigiano.

Non senza significato, a tal riguardo, che intorno all'esposizione delle opere del maestro Riccardo Dalisi, e più in generale intorno a questo progetto, si sia coagulata, oltre all'adesione delle istituzioni (Comune, Provincia, ERSVA), anche un'importante collaborazione fra Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici e Confederazione Nazionale dell'Artigianato (CNA).

Non era scontato!

Tre anni fa, nel dicembre 1994, quando l'Assessorato alla Normalità organizzò insieme alle Confederazioni Artigiane la prima Mostra dell'Artigianato Artistico, sotto i portici di San Francesco di Paola in piazza del Plebiscito, ci furono parecchie polemiche sulla qualità dell'intervento artigiano nell'animazione della piazza e sugli stessi prodotti dell'artigianato esposti.

Poteva l'artigianato artistico esprimersi liberamente (concordando, ovviamente, con Comune e Soprintendenza il "progetto di ingombro" e la tipologia dell'intervento) o i suoi manufatti andavano preventivamente giudicati dalla Soprintendenza? L'odierna collaborazione fra la Soprintendenza e associazionismo artigiano è l'espressione di un positivo superamento di questo interrogativo.

Da allora si sono svolte, prevalentemente su iniziativa dell'Assessorato alla Normalità, numerose mostre e rassegne di artigianato artistico e, in particolare, si è iniziato a utilizzare per tali mostre il refettorio dell'ex asilo Filangieri in via Maffei, nell'insula di San Gregorio Armeno, edificio già destinato a Cittadella dell'Artigianato Artistico e del quale sono stati già appaltati i lavori di restauro: tali iniziative hanno contribuito a dare il giusto valore all'artigianato artistico, come segno identificativo della città di Napoli in Italia e all'estero, al pari dei beni culturali artistici e ambientali, e hanno reso attuale l'idea di "itinerari turistici produttivi".

...

Raffaele Tecce
Assessore alla Normalità del Comune di Napoli


Copyright (c) 1999 [Interviù]. Tutti i diritti riservati.