NAPOLI IN FESTA
Piazza del Plebiscito sotto i riflettori di tutta l'Italia per il grande spettacolo musicale promosso dalla Telecom Italia in occasione del Summit della Comunicazione (Castel dell'Ovo 3, 4, 5 luglio '97).


"TE VOGLIO BENE ASSAJE"
Anche quest'anno si è rinnovato l'affetto e l'interesse verso questa città ricca di suoni e di colori, di tradizioni e di contraddizioni, di storia e di cultura ed, ancora una volta, la scelta per rappresentare la poliedricità dell'antica Partenope è caduta su Piazza del Plebiscito che ha fatto da magica cornice al concerto di Zucchero Fornaciari e degli altri artisti avvicendatisi sul palco prospiciente l'ingresso di Palazzo Reale.

La manifestazione - che nelle scorse edizioni ha visto come protagonisti indiscussi Lucio Dalla ('95) ed Antonello Venditti ('96) - quest'anno è stata "affidata" a Zucchero che, con ritmo serrato, più che "addolcire", ha infuocato sin dalle prime note il pubblico accorso in piazza fino a travolgerlo nel finale in danze e lunghi applausi. Inoltre a lui, alla sua band ed agli artisti intervenuti va anche il merito di non aver fatto calare il ritmo musicale, nonostante le numerose pause pubblicitarie previste per le esigenze televisive, dal momento che lo spettacolo è stato trasmesso in diretta dalla RAI.

Il feeling creatosi tra gli artisti sul palco: Zucchero e la sua band, il mega gruppo napoletanissimo (composto da Tony Esposito, Franco Del Prete, Karl Potter, Ernesto Vitolo, Joe Amoruso, Rino Zurzolo, Gianni Guarracino, Enzo Gragnaniello), Enzo Avitabile, Stewe Winwood ed i "centomila" - o forse più accorsi in piazza ad acclamare i loro beniamini od anche solo a curiosare o ascoltare della buona musica - ha fatto sì che tale spettacolo possa essere considerato un esempio di come attraverso la musica si possano comunicare emozioni tali da far crescere la speranza in un futuro migliore. Il ritmo allegro e sfrenato di Zucchero e degli altri artisti è stato capace di trasmettere un'energia nuova ed infatti il tanto temuto deflusso dalla piazza è avvenuto tranquillamente e nel rispetto dei valori civili ed umani.

Ai turisti ed ai napoletani lo spettacolo canoro è stato allietato anche dalle caratteristiche "bancarelle" create con tinozze o carrelli o grossi furgoncini (simili a ristoranti vaganti) di ambulanti che vendevano bibite, panini ed altro commestibile.

Il concerto spettacolo è stato condotto dal noto giornalista Gianni Minà e dalla versatile Isabella Rossellini anche se in alcuni momenti Zucchero li ha quasi sostituiti, facendo le veci di vero padrone di casa. I Vip presenti in piazza sono stati numerosi ed encomiabile è stata la decisione di costoro di preferire di essere ai lati del palco per permettere al pubblico di stare al centro per poter assistere più agevolmente alla Kermesse musicale. Si sono visti: il Ministro MACCANICO, il Dott. NAVARRO (direttore sala stampa della Sante Sede), il dott. TOMMASI di VIGNANO (amm.re delegato Telecom) oltre a tantissime personalità del mondo politico, culturale ed imprenditoriale.

Tutti in piedi hanno acclamato ogni nota di Zucchero ed addirittura in molti hanno ballato al ritmo caldo ed avvolgente del soul, del funky, della musica nera; ad esempio l'Assessore Comunale Giulia Parente, solitamente schiva e riservata, si è fatta rapire dal suono e si è perfettamente calata nell'atmosfera di allegria della piazza.

Presente anche l'attore Lino D'Angiò che nelle vesti di "Bassolindo", ha intervistato varie personalità (senza tralasciare il vero Sindaco Bassolino, a cui deve il successo del personaggio creato) collegandosi in diretta radiofonica RAI assieme a Francesco Maria Vercilio.

Terminato lo spettacolo, sono stati in molti, però, a chiedersi perché mai né Lucio Dalla, né Antonello Venditti, nonostante la stampa avesse assicurato la loro presenza ed addirittura la possibilità di una loro breve esibizione canora, non siano neanche saliti sul palco per lasciare il testimonial delle scorse edizioni al nuovo protagonista: incomprensioni, liti, o forse sono stati incantati anche loro dalla splendida immagine della piazza?

Giriamo la domanda alla maga Sibilla ed alla ammaliatrice sirena Partenope.

07.07.1997 - Claudia Carrano


Copyright (c) 1997 [Interviù]. Tutti i diritti riservati.