3° TROFEO VESUVIO
ALL'EXPOSUDHOTEL DI NAPOLI

In occasione del 31° EXPOSUDHOTEL (Salone Internazionale della Attrezzature, Turistiche e di pubblico esercizio per il mezzogiorno e l'oltremare) dal 31 gennaio al 6 febbraio 1997, l'Associazione Pasticcieri Napoletani ha organizzato il concorso sul tema: "CARNEVALE IN ARRIVO".
Il concorso, con iscrizione gratuita ed aperta a tutti i pasticcieri, consisteva nella presentazione anonima dei lavori, contrassegnati soltanto da un numero fino ad emissione del verdetto della giuria. Erano ammesse decorazioni in cioccolato e in qualsiasi altra materia dolciaria in stile classico o innovativo, era obbligatoria la "decorazione al cornetto". Non erano ammessi invece elementi decorativi artificiali quali tulle, plastica, etc. Eventuali sostegni non dovevano essere visibili; per consentire una migliore decorazione, gli elaborati potevano poggiare su base alimentare e comunque dovevano essere sempre provvisti di protezione (vetro, plexiglas, etc.). Le misure di base dell'elaborato dovevano essere contenute in cm. 70x70 con altezza libera; il giudizio della giuria non era espresso in base all'assaggio, e quindi sulla qualità di prodotti, ma unicamente sulla presentazione: creatività artistica e fantasia, accuratezza del lavoro, originalità nell'interpretazione del tema, e soprattutto difficoltà di esecuzione e messa in opera delle varie tecniche di lavorazione e decorazione. Il giudizio della giuria, composta da Iginio Massari, (presidente dell'Accademia Maestri Pasticcieri Italiani), Cristian Beduschi, Luca Mannori e Luigi Biasetto, (componenti della squadra italiana vincitrice della Coppa del Mondo della Pasticceria, 26/27 gennaio 1997 - Lyon-Euroexpo France), Emilia Chirotti (direttore della rivista "Pasticceria Internazionale"), Fabrizio Mangoni (Ordine degli Architetti), Roberto Palladino (presidente Associazione Pasticcieri Napoletani), Soretto Pappalardo (maestro siciliano dello zucchero), Lucia Scognamillo (Ente Mostra d'Oltremare) e Fulvio Scolari (veterano maestro della pasticceria), è stato insindacabile.
Martedì 7 febbraio, presso l'Auditorium della Mostra d'Oltremare, alla presenza dell'Assessore Luciano Schifone, del presidente della Mostra Giulio Albano e del direttore della rivista "Pasticceria Internazionale" Emilia Coccolo Chirotti, sono stati consegnati i premi ai seguenti vincitori:
1° classificato SALVATORE VARRIALE (un viaggio per 2 persone)
2° classificato UGO MIGLIONE (un orologio "SECTOR")
3° classificato ALBERTO IANNELLA (una macchina fotografica)
Per la categoria juniores:
1° classificato ANDREA AMBROSIO (un orologio "SWATCH")
2° classificato RAFFAELE ESPOSITO (un orologio "SWATCH")
3° classificato PASQUALE AVOLIO (un orologio "SWATCH")
A tutti gli altri concorrenti è stato consegnato un diploma di partecipazione.

Ospiti dell'Associazione, sono stati alcuni componenti della squadra nazionale italiana pasticcieri, vincitrice dell'ambita Coppa del Mondo della Pasticceria: Luigi Biasetto di Padova - capitano (maestro della scultura in ghiaccio), Cristiano Beduschi di Cortina d'Ampezzo (mago del cioccolato), Luca Mannori di Prato (mago dello zucchero), Roberto Lestani di Udine (riserva), Massimiliano Bettazzi di Prato (riserva). Allenatore della squadra è stato il noto Iginio Massari, presidente della esclusiva Accademia Maestri Pasticcieri Italiani di Brescia - simbolo internazionale di alta qualità e professionalità.
La manifestazione biennale, dura da circa 20 anni, e vede per la prima volta vincitrice l'Italia (seguita da U.S.A.(California), Giappone, Francia, Svizzera) con i tre dolci proposti in concorso, rappresentanti allegoricamente armonia, dolcezza e bontà:
Sette veli. Dolce equilibrio tra morbido e croccante dove il cioccolato e la nocciola si abbracciano teneramente su un talamo di pan di spagna creando una piacevole armonia di sensazioni.
Orient Express. Il gelato al cioccolato all'arancia, il semifreddo al cocco e la meringa al cocco si uniscono in una sinfonia di sapori che è gioia per il palato.
Abbraccio di Venere. Crema morbida al cioccolato con caramello e semifreddo all'arancia, sapientemente uniti, portano i nostri sensi al godimento totale.


Copyright (c) 1997 [Interviù]. Tutti i diritti riservati.