Mr. Ellis al Circolo della Stampa di Napoli

Il Console degli Stati Uniti d'America, Clarke N. Ellis, in occasione del suo conclusivo incarico di Console Generale a Napoli - dal 1994 ad oggi - venerdì 25 luglio '97 è stato salutato da una numerosa presenza di persone che hanno così voluto tributare all'illustre rappresentante Statunitense, calorosi attributi per il suo "sviscerato" amore per Napoli e la sua sincera amicizia con il popolo napoletano.

La presenza dell'ottantanovenne Cardinale Corrado URSI, assieme ai tanti rappresentanti delle Istituzioni Cittadine e Nazionali, ha messo in evidenza l'importanza del momento con interventi diretti non solo al Console uscente ma all'amico americano Ellis, il quale, con la sua forte personalità, ha saputo coltivare ammirazione e stima da chiunque ha avuto la possibilità di conoscerlo e frequentarlo.

Mr. Ellis può essere definito un napoletano acquisito, perché sin dal 1964 è rimasto legato a Napoli ricoprendo l'incarico di Vice Console, innamorandosi nel contempo di una dolce e meravigliosa napoletana Giovanna Invitti dei Principi di Conca, coronando il loro amore con il matrimonio nel 1967 (alla fine del suo mandato a Napoli) per poi essere destinato ad altri importanti incarichi nei quattro Continenti; nel frattempo i Coniugi Ellis mettono al mondo tre figli: Philip, George e Stephen.

Infine, nel 1994 il ritorno a Napoli come Console Generale gli ha permesso di farsi apprezzare maggiormente per il suo forte temperamento umano e per le sue capacità diplomatiche legate ad un sincero ed innato credo religioso.

I napoletani accorsi al circolo della stampa sono stati partecipi alla festa con gioia, riconoscendo all'illustre festeggiato doti non comuni per i suoi molteplici interessamenti per Napoli e di tutto il Meridione d'Italia.

Il Corpo Consolare di Napoli, rappresentato dal Notaio Carlo IACCARINO (Console del Perù) ha voluto ricordare l'avvenimento del commiato di Mr. Ellis con un opera di beneficenza devolvendo 6 milioni di lire per la ricerca all'AIRFA (Associazione Italiana per la Ricerca sull'Anemia di Fanconi).

Il promotore di tale manifestazione di commiato, il giornale L'IDEA con il suo direttore Eugenio CUTOLO, è riuscito a richiamare l'attenzione sul saluto al Console uscente attraverso il coinvolgimento di illustri personaggi del mondo economico, politico, culturale ed ecclesiastico della città partenopea, consegnando infine al festeggiato testimonianze con targa ricordo ed un dipinto del M° Ingegno raffigurante un suggestivo scorcio panoramico di Napoli.

I saluti sono stati allietati con un concerto per voce e pianoforte con musica americana e canzoni classiche napoletane interpretate dal soprano Laura Migliaccio accompagnata dal M° Umberto Garberini.

INTERVIU' saluta Mr. ELLIS con un "arrivederci " ad un amico e fratello del popolo napoletano nonché convinto assertore dei valori civili e religiosi nel mondo.

26.07.1997 - Bruno Carrano


Copyright (c) 1997 [Interviù]. Tutti i diritti riservati.