L’ORO E’ DI NAPOLI

Le iniziative e le attività culturali proposte a Napoli nel mese di maggio sono molteplici; ecco perché la redazione di INTERVIU’(giornale telematico napoletano che naviga su internet) stà cercando di riportarne alcune, in maniera tale che il pubblico possa apprezzare maggiormente gli eventi che si svolgono nella nostra città.

Grande interesse riscuoterà senza alcun dubbio la 1° mostra dell’Artigianato Orafo Napoletano allestita nelle sale di San Pietro Martire in via Giuseppe Marotta 12, organizzata dal consorzio A.R.E.P.O. (Associazione Ripresa Economica Produttori Orafi).

All’inaugurazione - avvenuta il 17 maggio - le sale sono state gremite da varie personalità (non solo del settore specifico) ma anche da una folla di curiosi ed estimatori. All'esposizione dell’arte orafa napoletana si ammirano gioielli di incomparabile bellezza e valore artistico dal ‘700 ad oggi.

Al visitatore, dunque, sembrerà di ripercorrere la storia del gioiello napoletano e potrà apprezzare la passione e la maestria di coloro che si sono dedicati a questa arte secolare. Il settore dell’artigianato orafo da lungo tempo ha trovato una propria ubicazione nel quartiere Mercato-Pendino (in una zona specifica denominata "agli orefici") ma, purtroppo, a causa delle "spietate " leggi concorrenziali di altre piazze nazionali molto più organizzate ma senza una tradizione tanto secolare e valida , si è avuto un lento tracollo ed un arresto nei traffici del commercio internazionale e nazionale. L’intenzione dell’A.R.E.P.O. è quella di rendersi promotori con a capo il loro presidente Giovanni Lepre nella divulgazione dell’arte del gioiello napoletano nel mondo, affinchè possa riconquistare il primato detenuto da secoli di veri maestri d’arte orafo e nel contempo tramandare alle nuove leve i segreti e la passione di questo prezioso e nobile mestiere .

La mostra è stata articolata anche in altre due sezioni, con la cartografia della mappa di Napoli e dintorni del "Duca di Noia" dell’anno 1775 e di documenti e bibliografia dell’indimenticabile scrittore-poeta napoletano Giuseppe Marotta e del figlio junior (tra l’altro presente con le sue opere di pittura e sculture).

L’assessore comunale TECCE, il consigliere comunale ISERNIA, il presidente della circoscrizione Mercato-Pendino WURZBURGER, il direttore della Banca Nazionale dell’Agricoltura dell’agenzia 1 di Napoli dott. BEZZI etc. etc. hanno partecipato con interesse al lavoro espositivo dei soci dell’A.R.E.P.O., congratulandosi con il loro presidente ed il suo vice avv. Luigi DE FALCO per questa interessante mostra del gioiello napoletano.

La mostra è aperta al pubblico gratuitamente dal 17 maggio al 2 giugno 1997 secondo i seguenti orari: feriali dalle 15 alle 18, sabato e domenica dalle 10 alle 18.

17.05.1997 - Bruno Carrano


Copyright (c) 1997 [Interviù]. Tutti i diritti riservati.