ASSOCIAZIONE per lo Studio e la Tutela dei Giardini Storici

L'Associazione per lo Studio e la Tutela dei Giardini Storici è nata nel 1991. Ne fanno parte architetti, storici dell'arte, agronomi e botanici. La finalità dell'iniziativa è quella di promuovere studi, ricerche e progetti sui temi della conoscenza e della tutela dei giardini storici. Accanto all'attività di ricerca, l'Associazione persegue obiettivi più operativi mediante interventi volti a tutelare alcuni tra i documenti più significativi - anche se poco noti - della storia del giardino in Campania. Numerose sono state le iniziative promosse e realizzate in questi anni dall'Associazione. In particolare, oltre a numerose conferenze sul tema eseguite in occasione di convegni e manifestazioni culturali, si segnalano le seguenti attività: - la partecipazione, con saggi e relazioni elaborati dai soci, ai Convegni nazionali ed internazionali organizzati annualmente- dal 1992 al 1998 -dal Ministero dei Beni Culturali sui temi dei parchi e giardini storici; - la promozione e partecipazione alla redazione dell'Atlante dei parchi e giardini storici delle province di Salerno ed Avellino, edito nel 1993 su incarico della Soprintendenza BAAAS di Salerno; - la promozione del restauro del giardino di Palazzo Pagano a Quadrelle (AV), vincolato ai sensi della L. 1089/39 per iniziativa dell'Associazione; il progetto è stato selezionato dalla Commissione della Comunità Europea, tra i 666 presentati in Europa, come "progetto pilota" per l'anno 1993, anno dedicato alla salvaguardia dei giardini storici; - la consulenza al censimento del verde storico di Napoli, elaborato nel 1994 dalla Soprintendenza BAA di Napoli; - la collaborazione alle iniziative relative al restauro dell'Aranceto dei Gerolomini, riaperto nel 1994; - la promozione e realizzazione, in collaborazione con la Soprintendenza BAA di Napoli, di itinerari per la visita del verde storico nel centro antico di Napoli, in occasione del Maggio dei Monumenti 1994 e 1995; - L'organizazione della Mostra sull'Antico Vivaio Calabrese, tenutasi nel Palazzo Reale di Napoli nel 1994; - la partecipazione alla Mostra "II Verde. Giardini storici, orti segreti, giardini dei semplici ed orti botanici in Napoli", organizzata dalla Soprintendenza BAA di Napoli nel 1994; - la realizzazione della Rassegna cinematografica "II giardino di celluloide " al Goethe Institut di Napoli, nel giugno 1996; - la promozione di vincoli ai sensi della L. 1089/39 per la tutela di numerosi giardini storici campani tra 1996 e 1999; - la partecipazione alla Mostra ed al Catalogo " Fra le mura. Dai portali al verde nascosto", organizzata dalla Soprintendenza BAA di Napoli nel 1998; - la stesura di un saggio sulla storia del restauro dei giardini campani (Il giardino campano tra Englishness e mediterraneità") nel volume "La Memoria, il tempo, la storia nel giardino italiano fra '800 e'900", Roma 1999, a cura dell'Ufficio Studi del Ministero per i beni e le attività culturali; - il coordinamento, in collaborazione, dell'iniziativa "Guida ai parchi" organizzata da La Repubblica e dal Comune di Napoli nel 1999. Lo scopo fondamentale dell'Associazione è quello di divulgare la cultura del giardino storico, impegnandosi soprattutto in attività che consentano la conoscenza del patrimonio regionale, suscitando l'interesse delle amministrazioni pubbliche e degli operatori professionali e culturali ai quali l'Associazione prevalentemente si rivolge.


Copyright (c) 2002 [Interviù]. Tutti i diritti riservati.
Web Master: G.C.G.