Fondazione Guido e Roberto Cortese

La Fondazione Guido e Roberto Cortese, che nasce nel 1990, ha ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica dal Ministero per i beni Culturali nel gennaio 1992 ed è retta da un Consiglio di Amministrazione, composto da prestigiose personalità del mondo della cultura e dell'imprenditoria e presieduto dalla Dott. Amelia Cortese Ardias, con Vice Presidente il Rettore Magnifico dell'Università di Napoli "Federico II" Prof. Fulvio Tessitore.
La finalità primaria perseguita dall'Ente, che si articola sulle tre linee direttrici Giovani-Mezzogiorno-Europa, è quella di promuovere e divulgare studi e ricerche in ogni materia di rilevante valenza culturale e/o sociale, soprattutto al fine di diffondere tra i giovani l'interesse per lo studio dei problemi politici, sociali ed economici attinenti il Mezzogiorno d'Italia alla luce della integrazione europea.
Per il raggiungimento degli scopi sociali, la Fondazione sta operando in vari campi: Concorsi per l'assegnazione di Borse di Studio (fino a lire 18 milioni cadauna) riservati a giovani laureati in tema di management aziendale; Convegni su tematiche di grande respiro culturale ma anche strettamente connesse con i problemi reali della società contemporanea, che hanno visto partecipazioni prestigiose, come quella del Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro; "Premio Roberto Cortese": un concorso biennale, che prevede l'assegnazione di un premio a chi si sia distinto, con scritti, saggi, pubblicazioni o altre attività nelle specifiche materie oggetto del Concorso. Vincitori delle precedenti edizioni sono stati: il Prof. Angelo Panebianco, il Prof. Domenico Fisichella ex aequo con il Prof. Nicola Matteucci ed il Presidente Carlo Azeglio Ciampi.
Pubblicazioni: la Fondazione ha curato la realizzazione di importanti pubblicazioni, tra cui: "Percorsi europei per le imprese del Mezzogiorno", "Luigi Einaudi ed il Socialismo", "Per i principi dello Stato di Diritto", "II ritorno alla libertà: storia e memoria de II Giornale dal 1944 al 1957".
Dispone, infine, di una accorsata biblioteca e fototeca aperta al pubblico.


Copyright (c) 2002 [Interviù]. Tutti i diritti riservati.
Web Master: G.C.G.