Istituto Italiano dei Castelli

L'Istituto Italiano dei Castelli, fondato da Piero Gazzola nel 1964, è un'associazione culturale, senza fini di lucro, costituita per promuovere lo studio storico, archeologico ed artistico delle costruzioni fortificate, la loro salvaguardia e conservazione, il loro inserimento nella vita attiva moderna, nonché per espletare ogni azione intesa a sensibilizzare l'opinione pubblica sulle problematiche istituzionali dell'Ente.
L'Istituto - che ha ottenuto, nel 1991, il riconoscimento di Ente Morale ed è associato all'organismo europeo "Europa Nostra - Internationales Burgen Institut" patrocinato dall'UNESCO - ha la sua sede legale in Roma, Caste] S. Angelo, ed è articolato in Sezioni Regionali.
Le finalità istituzionali innanzi indicate vengono perseguite attraverso le seguenti attività:
1) Censimento delle costruzioni fortificate (completo di dati catastali, planimetrie, rilievi fotografici, notizie storiche, annotazioni sullo stato di conservazione, etc.) e redazione del relativo inventario. In Campania, a tutt'oggi, sono state censite circa 400 costruzioni, suddivise per provincia come segue: 90 a Napoli, 92 ad Avellino, 39 a Benevento, 55 a Caserta, 137 a Salerno. 2) Proposte di appositi strumenti giuridici e di mezzi legali e fiscali utili per la conservazione delle costruzioni fortificate. 3) Proposte per la riutilizzazione di tali costruzioni, le quali ovviamente non hanno più funzioni belliche e necessitano quindi di idonee, nuove destinazioni perché possano sopravvivere.
4) Azioni di propaganda intese a coinvolgere Enti pubblici e privati nelle attività dell'Istituto.
5) Effettuazione di viaggi di studio, in Italia ed all'estero, nonché di conferenze, dibattiti, tavole rotonde, iniziative tutte intese a conoscere ed approfondire i problemi afferenti il patrimonio costituito dalle costruzioni fortificate.

Presidente dell'Associazione
Fabio Pignatelli della Leonessa


Copyright (c) 2002 [Interviù]. Tutti i diritti riservati.
Web Master: G.C.G.